Login



Captcha code Type characters you see. (Click on image to refresh)
Type characters you see.
 * 




Designed by:
Center Group

CITTA' DI CAPUA

Settore Programmazione e Pianificazione Territoriale e Ambientale

***************

UFFICIO SERVIZI CIMITERIALI

Avviso per l'assegnazione di lotti di terreno per la costruzione di Cappelle nel realizzando ampliamento del cimitero di Capua.

I cittadini interessati potranno inoltrare domanda conformemente a quanto previsto nel Bando approvato con determina n. 15/2012.

Il Bando ed i relativi schemi di domanda sono consultabili presso l'Ufficio Servizi Cimiteriali in Via Corte della Bagliva.

Capua, 11/02/2019

Il Responsabile del Settore

ing. Renata Tecchia

 

 

CITTA’ DI CAPUA

RELAZIONE DI INIZIO MANDATO ANNO 2018 (articolo 4-bis del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 149)

 

RICHIAMO CALENDARIO RACCOLTA DIFFERENZIATA


ORDINANZA n° 1  DEL 07/02/2019

OGGETTO: Sistema di raccolta “porta a porta” dei rifiuti urbani ed assimilati sul territorio comunale – Richiamo calendario raccolta differenziata e prescrizioni relative al posizionamento dei contenitori assegnati in comodato d’uso.

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

PREMESSO

- che con Ordinanza Sindacale n°9 del 22/02/2017 si è dato avvio al nuovo calendario della raccolta differenziata nell’ambito del servizio di igiene urbana;

- che nonostante siano trascorsi circa due anni dalla sua entrata in vigore, si riscontrano reiterate illecite esposizioni delle dotazioni assegnate in comodato d’uso gratuito, nonché deposito di sacchi in giorni ed orari difformi al calendario su suolo pubblico,

CONSIDERATO

- che tale circostanza oltre a rappresentare una fonte di rischio per la salute dei cittadini stessi e pessima condizione del decoro urbano, pregiudica il raggiungimento delle percentuali di raccolta differenziata previsto dai dettati normativi vigenti, nonché il raggiungimento degli obiettivi previsti negli indirizzi generali che sottendono il contratto di appalto sottoscritto con il gestore del servizio;

VISTO

- il DLgs n°152/2006 e ss.mm.ii. il quale all’art. 198 dispone che i Comuni, nell’ambito delle proprie competenze e nel rispetto dei principi di trasparenza, efficacia ed economicità, stabiliscano, le modalità del servizio di raccolta dei rifiuti, le modalità di conferimento della raccolta differenziata nonché del trasporto dei rifiuti urbani ed assimilati, al fine di garantire una distinta gestione delle diverse frazioni, promuovendo il recupero delle stesse

RICHIAMATI

gli artt. 50 e 54 del Dlgs n°267/2000

ORDINA

a tutte le utenze pubbliche, private, domestiche e non domestiche presenti sul territorio comunale

  1. a rispettare il calendario della raccolta differenziata di cui all’Ordinanza Sindacale n°9/2017 e scaricabile direttamente dal sito internet istituzionale dell’Ente (www.comunedicapua.it);
  2. a utilizzare, esclusivamente, le dotazioni assegnate in comodato d’uso gratuito da parte del gestore del servizio ed all’esposizione di sacchi e contenitori secondo le modalità e nei giorni ed orari prestabiliti dal suddetto calendario;
  3. alla custodia delle dotazioni assegnate esclusivamente nelle aree private o nelle aree condominiali senza occupazione del suolo pubblico se non secondo le modalità, giorni ed orari prestabiliti e nel rispetto di quanto indicato nel punto 4; qualora non sia possibile, per ragioni di spazio, individuare tali aree, è necessario procurarsi apposita autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico da parte dell’Ufficio Ecologia Comunale previa realizzazione di gabbia chiusa a propria cura e spese a protezione permanente delle dotazioni;
  4. al ritiro all’interno dell’area privata o condominiale delle dotazioni svuotate, esposte al solo fine di consentire al gestore del servizio la raccolta, entro le ore 12.00 per le utenze domestiche; entro le ore 18.00 per le utenze commerciali;
  5. al conferimento degli ingombranti, dei RAEE e dei rifiuti biodegradabili direttamente al soggetto gestore previa prenotazione su chiamata al numero verde 800-684813

E’ FATTO DIVIETO ASSOLUTO

1. di esporre sacchi e contenitori al di fuori dei giorni e degli orari stabiliti nel calendario di raccolta;

2. di utilizzare contenitori per usi e rifiuti diversi da quelli previsti e di abbandonare e/o depositare rifiuti all’esterno dei contenitori;

3. di depositare qualsiasi frazione di rifiuto in sacchi neri;

4. di abbandonare indiscriminatamente sul suolo pubblico rifiuti di qualsiasi natura;

5. di occupare il suolo pubblico con sacchi e dotazioni senza la preventiva autorizzazione comunale.

DISPONE

1) le disposizioni di cui alla presente Ordinanza assumono efficacia a far data dalla sua pubblicazione all’Albo pretorio;

2) la vigilanza e la responsabilità del procedimento ai fini dell’irrogazione delle sanzioni amministrative è affidata al Comando di Polizia Municipale;

3) la pubblicazione della presente Ordinanza all’Albo Pretorio dell’Ente e sul sito istituzionale, nonché la diffusione a mezzo stampa per la più ampia conoscenza;

4) la trasmissione di copia della presente a:

a. Prefettura di Caserta

b. Dipartimento di Prevenzione ASL Caserta

c. ARPA Campania

d. Regione Campania – Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema - UOD 06 Bonifiche

e. Provincia di Caserta – Settore Ambiente

f. Comando Carabinieri di Capua

g. Comando di Polizia Municipale

Avverso la presente Ordinanza è ammesso, entro 60gg, il ricorso presso il TAR Campania ed, entro 120gg ricorso straordinario al Capo dello Stato.

Ulteriori informazioni sono reperibili presso l’Ufficio Ecologia Comunale negli orari di apertura al pubblico.

Il Commissario Straordinario

dott.ssa Ilaria Tortelli

 

OGGETTO: Censimento obbligatorio materiali contenenti amianto (MCA).

Formazione e/o aggiornamento mappatura amianto ex DM 18 Marzo 2003 n°101

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

PREMESSO

- che il DM 18 Marzo 2003 n°101 delegava le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano per la realizzazione di una mappatura delle zone del territorio nazionale interessate dalla presenza di amianto, ai sensi dell’art. 2/0 della Legge 23 Marzo 2001 n°93;

- che con nota prot. n°706894 del 26/10/2017 la Giunta Regionale della Campania – Direzione Generale per l’Ambiente e l’ecosistema invitava ad effettuare e/o aggiornare il censimento/mappatura dei siti pubblici e privati interessati dalla presenza di materiali contenenti amianto insistenti sul territorio comunale;

- che a tal proposito veniva trasmesse le schede di rilevazione/auto notifica, predisposte dal ARPA Campania, da compilare e firmare dai proprietari dei manufatti contenenti amianto e trasmettere entro il 30 Aprile 2018 alla Direzione Regionale Ambiente ed Ecosistema;

VISTO

- l’art. 10 comma 1 della L. n°257/92 “Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto”, la quale prevedere l’adozione, da parte delle Regioni, di piani di protezione dell’ambiente, di smaltimento e di bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto;

- il DM Sanità 06/09/94 redante normative e metodologie tecniche di applicazione dell’art.6, comma 3 e dell’art. 12, comma 2 della L. n°257/92 relativa alla cessazione dell’impiego di amianto;

- i piani regionali di cui all’art. 10 della L.n257/92 prevedevano, tra l’altro, il censimento degli edifici nei quali fossero presenti materiali e/o prodotti contenenti amianto libero o in matrice friabile, con priorità per gli edifici pubblici, per i locali aperti al pubblico o di utilizzazione collettiva per blocchi di appartamenti;

- il comma 5 dell’art.12 della L. n°257/92 impone ai proprietari degli immobili di comunicare alle ASL la presenza di amianto floccato o in matrice friabile presente negli edifici;

- l’art.12 del DPR 08/08/94 “Atto di indirizzo e coordinamento per l’adozione di piani di protezione, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica dell’ambiente, ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto”, che indica gli elementi informativi minimi per gli edifici pubblici, i locali aperti al pubblico e di utilizzazione collettiva, i blocchi di appartamenti,

CONSIDERATO

- che nel territorio del Comune di Capua non è mai stato avviato alcun censimento dei manufatti contenente amianto;

- che risulta necessario provvedere alla formazione della mappatura degli stessi manufatti;

- che la Parte Quarta del DLgs n°152/2006 impone agli Enti Locali di esercitare i poteri e le funzioni di competenza in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati;

- che questo Comune intende dotarsi di un registro degli immobili nei quali è stata riscontrata la presenza di materiale in cemento amianto per programmare i successivi e conseguenti interventi;

- che il censimento, ai sensi del comma 2 art.12 del DPR 08/08/94 ha carattere obbligatorio e vincolante per gli edifici pubblici, per i locali aperti al pubblico e di utilizzazione collettiva e per i blocchi di appartamenti

- che, al fine di evitare rischi per la salute pubblica, occorre tenere sotto osservazione costante ogni fonte di inquinamento e che tutti i materiali contenenti amianto (MCA) libero o in matrice friabile, vanno bonificati nelle forme di legge, previa predisposizione di apposito Piano di Lavoro per la rimozione, il trasporto, lo smaltimento dei materiali e la messa insicurezza dell’intero sito al fine di evitare dispersione di fibre nocive per la salute pubblica;

VISTI

- la L. n°257/92 – “Norme relative alla cessazione dell’impiego di amianto”;

- il DM 06/09/94 – Normative e metodologie tecniche di applicazione dell’art. 6, comma 3 e dell’art. 12, comma 2 della L. n°257/92;

- il DPR 08/08/94 “Atto di indirizzo e coordinamento per l’adozione di piani di protezione, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica dell’ambiente, ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto”

- il DLgs n°152/2006 e ss.mm.ii.

RICHIAMATI

gli artt. 50 e 54 del Dlgs n°267/2000

ORDINA

- ai proprietari e/o amministratori di immobili con copertura in lastre di cemento amianto;

- ai proprietari e/o amministratori di beni mobili ed immobili nei quali siano presenti materiali o prodotti contenenti amianto, libero o in matrice friabile o compatta;

- ai titolari e/o legai rappresentanti di unità produttive

di provvedere entro il termine perentorio del 31/03/2019

  1. a compilare l’allegata SCHEDA DI AUTONOTIFICA (O DI RILEVAZIONE) per il censimento degli edifici con presenza di materiali contenti amianto (MCA) scaricabile direttamente dal sito internet istituzionale dell’Ente (www.comunedicapua.it)
  2. a porre in essere, se del caso, le azioni e/o gli interventi previsti dal DM 06/06/94, in via cautelativa, al fine di eliminare eventuali condizioni di rischio per la salute pubblica.

AVVERTE

che hanno l’obbligo di ottemperare alla presente Ordinanza anche:

- i soggetti già oggetto di precedenti provvedimenti relativi al rischio amianto mediante Ordinanze, diffide o segnalazioni;

- chiunque, in caso di presenza di manufatti e/o coperture in cemento-amianto nel territorio del Comune, può presentare segnalazione scritta;

- che, per l’inosservanza all’obbligo di informazione previsto dalla presente Ordinanza Sindacale, è prevista la sanzione amministrativa da € 2.582,20 a € 5.164,57 ai sensi della L. n°257/92, art. 15 comma 4;

- che l’inosservanza delle disposizioni contenute nella presente, inoltre, sarà perseguita come per legge, ai sensi degli artt. 347 e 650 del c.p.p.

DISPONE

1) la pubblicazione della presente Ordinanza all’Albo Pretorio dell’Ente e sul sito istituzionale, nonché la diffusione a mezzo stampa;

2) la trasmissione di copia della presente a:

a. Prefettura di Caserta

b. Dipartimento di Prevenzione ASL Caserta

c. ARPA Campania

d. Regione Campania – Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema - UOD 06 Bonifiche

e. Provincia di Caserta – Settore Ambiente

f. Comando Carabinieri di Capua

g. Comando di Polizia Municipale

Avverso la presente Ordinanza è ammesso, entro 60gg, il ricorso presso il TAR Campania ed, entro 120gg ricorso straordinario al Capo dello Stato.

Ulteriori informazioni sono reperibili presso l’Ufficio Ecologia Comunale negli orari di apertura al pubblico.

Il Commissario Straordinario

dott.ssa Ilaria Tortelli

Allegati:
Download this file (ordinanza n_1del 7-2-19.pdf)ordinanza n_1del 7-2-19.pdf[ ]158 Kb
 

CITTA’ DI CAPUA

 

ORDINANZA n° 2  DEL 07/02/2019

OGGETTO:  Censimento obbligatorio materiali contenenti amianto (MCA).

Formazione e/o aggiornamento mappatura amianto ex DM 18 Marzo 2003 n°101

 

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

 

PREMESSO

-          che il DM 18 Marzo 2003 n°101 delegava le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano per la realizzazione di una mappatura delle zone del territorio nazionale interessate dalla presenza di amianto, ai sensi dell’art. 2/0 della Legge 23 Marzo 2001 n°93;

-          che con nota prot. n°706894 del 26/10/2017 la Giunta Regionale della Campania – Direzione Generale per l’Ambiente e l’ecosistema invitava ad effettuare e/o aggiornare il censimento/mappatura dei siti pubblici e privati interessati dalla presenza di materiali contenenti amianto insistenti sul territorio comunale;

-          che a tal proposito veniva trasmesse le schede di rilevazione/auto notifica, predisposte dal ARPA Campania, da compilare e firmare dai proprietari dei manufatti contenenti amianto e trasmettere entro il 30 Aprile 2018 alla Direzione Regionale Ambiente ed Ecosistema;

VISTO

-          l’art. 10 comma 1 della L. n°257/92 “Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto”, la quale prevedere l’adozione, da parte delle Regioni, di piani di protezione dell’ambiente, di smaltimento e di bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto;

-          il DM Sanità 06/09/94 redante normative e metodologie tecniche di applicazione dell’art.6, comma 3 e dell’art. 12, comma 2 della L. n°257/92 relativa alla cessazione dell’impiego di amianto;

-          i piani regionali di cui all’art. 10 della L.n257/92 prevedevano, tra l’altro, il censimento degli edifici nei quali fossero presenti materiali e/o prodotti contenenti amianto libero o in matrice friabile, con priorità per gli edifici pubblici, per i locali aperti al pubblico o di utilizzazione collettiva per blocchi di appartamenti;

-          il comma 5 dell’art.12 della L. n°257/92 impone ai proprietari degli immobili di comunicare alle ASL la presenza di amianto floccato o in matrice friabile presente negli edifici;

-          l’art.12 del DPR 08/08/94 “Atto di indirizzo e coordinamento per l’adozione di piani di protezione, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica dell’ambiente, ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto”, che indica gli elementi informativi minimi per gli edifici pubblici, i locali aperti al pubblico e di utilizzazione collettiva, i blocchi di appartamenti,

CONSIDERATO

-          che nel territorio del Comune di Capua non è mai stato avviato alcun censimento dei manufatti contenente amianto;

-          che risulta necessario provvedere alla formazione della mappatura degli stessi manufatti;

-          che la Parte Quarta del DLgs n°152/2006 impone agli Enti Locali di esercitare i poteri e le funzioni di competenza in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati;

-          che questo Comune intende dotarsi di un registro degli immobili nei quali è stata riscontrata la presenza di materiale in cemento amianto per programmare i successivi e conseguenti interventi;

-          che il censimento, ai sensi del comma 2 art.12 del DPR 08/08/94 ha carattere obbligatorio e vincolante per gli edifici pubblici, per i locali aperti al pubblico e di utilizzazione collettiva e per i blocchi di appartamenti

-          che, al fine di evitare rischi per la salute pubblica, occorre tenere sotto osservazione costante ogni fonte di inquinamento e che tutti i materiali contenenti amianto (MCA) libero o in matrice friabile, vanno bonificati nelle forme di legge, previa predisposizione di apposito Piano di Lavoro per la rimozione, il trasporto, lo smaltimento dei materiali e la messa insicurezza dell’intero sito al fine di evitare dispersione di fibre nocive per la salute pubblica;

VISTI

-          la L. n°257/92 – “Norme relative alla cessazione dell’impiego di amianto”;

-          il DM 06/09/94 – Normative e metodologie tecniche di applicazione dell’art. 6, comma 3 e dell’art. 12, comma 2 della L. n°257/92;

-          il DPR 08/08/94 “Atto di indirizzo e coordinamento per l’adozione di piani di protezione, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica dell’ambiente, ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto”

-          il DLgs n°152/2006 e ss.mm.ii.

RICHIAMATI

gli artt. 50 e 54 del Dlgs n°267/2000

ORDINA

-          ai proprietari e/o amministratori di immobili con copertura in lastre di cemento amianto;

-          ai proprietari e/o amministratori di beni mobili ed immobili nei quali siano presenti materiali o prodotti contenenti amianto, libero o in matrice friabile o compatta;

-          ai titolari e/o legai rappresentanti di unità produttive

di provvedere entro il termine perentorio del 31/03/2019

  1. a compilare l’allegata SCHEDA DI AUTONOTIFICA (O DI RILEVAZIONE) per il censimento degli edifici con presenza di materiali contenti amianto (MCA) scaricabile direttamente dal sito internet istituzionale dell’Ente (www.comunedicapua.it)
  2. a porre in essere, se del caso, le azioni e/o gli interventi previsti dal DM 06/06/94, in via cautelativa, al fine di eliminare eventuali condizioni di rischio per la salute pubblica.

AVVERTE

che hanno l’obbligo di ottemperare alla presente Ordinanza anche:

-          i soggetti già oggetto di precedenti provvedimenti relativi al rischio amianto mediante Ordinanze, diffide o segnalazioni;

-          chiunque, in caso di presenza di manufatti e/o coperture in cemento-amianto nel territorio del Comune, può presentare segnalazione scritta;

-          che, per l’inosservanza all’obbligo di informazione previsto dalla presente Ordinanza Sindacale, è prevista la sanzione amministrativa da € 2.582,20 a € 5.164,57 ai sensi della L. n°257/92, art. 15 comma 4;

-          che l’inosservanza delle disposizioni contenute nella presente, inoltre, sarà perseguita come per legge, ai sensi degli artt. 347 e 650 del c.p.p.

DISPONE

1)       la pubblicazione della presente Ordinanza all’Albo Pretorio dell’Ente e sul sito istituzionale, nonché la diffusione a mezzo stampa;

2)       la trasmissione di copia della presente a:

  1. Prefettura di Caserta
  2. Dipartimento di Prevenzione ASL Caserta
  3. ARPA Campania
  4. Regione Campania – Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema - UOD 06 Bonifiche
  5. Provincia di Caserta – Settore Ambiente
  6. Comando Carabinieri di Capua
  7. Comando di Polizia Municipale

Avverso la presente Ordinanza è ammesso, entro 60gg, il ricorso presso il TAR Campania ed, entro 120gg ricorso straordinario al Capo dello Stato.

Ulteriori informazioni sono reperibili presso l’Ufficio Ecologia Comunale negli orari di apertura al pubblico.

 

Il Commissario Straordinario

dott.ssa Ilaria Tortelli

 

CITTA’ DI CAPUA

AVVISO PUBBLICO


Esercizio del diritto di voto per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia da parte dei cittadini dell'Unione europea residenti in Italia.

 

 

CITTA’ DI CAPUA

AVVISO PUBBLICO

Si informa la cittadinanza che è stata approvata la delibera n. 4 del 31 gennaio 2019 avente ad oggetto "Regolamento comunale recante la disciplina del Registro Comunale delle Dichiarazioni Anticipate di Volontà relative a trattamenti sanitari (D.A.T.) di cui alla delibera di Giunta Comunale n. 56 del 24.05.2018".

Allegati:
Download this file (DELIBERA DAT.pdf)DELIBERA DAT.pdf[ ]315 Kb
 

NEWS: Intervista al Commissario Straordinario Dott.ssa Ilaria Tortelli

 

Link alla videointervista rilasciata dal Commissario Straordinario Dott.ssa Ilaria Tortelli alla redazione di capuaonline.com

http://www.capuaonline.com/site/cronaca/8105-capua-esclusivo-intervista-video-alla-commissaria-straordinaria-di-capua-dottssa-ilaria-tortelli.html

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 8 di 43